CORTE D’APPELLO DI MILANO-SCACCO A ESSELUNGA

 

CORTE D’APPELLO DI MILANO, SCACCO A ESSELUNGA

 

 

Il 4 dicembre 2019 la Corte d’Appello di Milano sezione Lavoro, ha respinto l’appello contro FLAICA CUB Pavia  e avverso la sentenza del Tribunale di Pavia che in primo grado aveva condannato Esselunga di condotta antisindacale nei confronti di due iscritti alla FLAICA CUB di Pavia.

 

La dirigenza Esselunga era intervenuta presso il negozio di Voghera (PV) e aveva trasferito i due lavoratori ( uno a Broni e l’altro a Valenza) per impedirgli di partecipare alle elezioni rsu per la sigla FLAICA CUB.

 

Il giudice sezione lavoro di Pavia, in primo grado nel 2018, aveva condannato Esselunga per condotta antisindacale e aveva ordinato il reintegro presso il negozio di Voghera dei due lavoratori.

 

Con la sentenza di Appello del 4 dicembre 2019 viene riconfermata la condotta di Esselunga come discriminante  e di natura sindacale.

 

Ricordiamo che le elezioni rsu si svolsero regolarmente ma , nonostante, i numerosi voti presi dalla FLAICA CUB di Pavia, venne eletto un solo delegato FLAICA CUB perché i due trasferiti non poterono concorrere come candidati .

 

La sentenza del 4 dicembre ci dimostra che il lavoratore e la lavoratrice hanno il diritto  di scegliersi il sindacato in cui militare e di svolgere la loro attività sindacale senza essere puniti, trasferiti, discriminati.